COVER LOVE #21

Buonasera miei cari lettori,
bentrovati qui da me! Ormai è diventata una maledizione, il fato ce l'ha con me: ogni giovedì e venerdì mi mette i bastoni fra le ruote e il blog non viene aggiornato dal sottoscritto! Ora, chiariamo: non è un mio capriccio, assolutamente (anche perché doveva andare online un post che vi sarebbe piaciuto tanto, ma rimedierò), ma la connessione è sparita e, nonostante balli in stile indiano per rimediare e implorazioni al mio wi-fi, nulla si è risolto. Oggi, per fortuna, internet ha avuto pietà di me e, prima che tutto si trasformasse in una stupida illusione, mi sono messo al PC e quindi... eccomi tornato! Come ogni sabato è immancabile l'appuntamento con Cover Love, rubrica ideata da Glinda del blog Atelier dei Libri, per allietare le giornate uggiose come quella di oggi... Pronti per il ventunesimo appuntamento? Si parte!


La scorsa classifica era:


1. The Sea of Tranquility
2. Between the Notes 
3. The Wolf Wilder

La cover vincitrice secondo i vostri voti è:

Da bravi lettori avete confermato la mia classifica, lasciando al primo posto la splendida cover del romanzo di Katja Millay. Vediamo come andrà oggi...


1. Labyrinth Lost di Zoraida Còrdova

Why?
Ora, abbiate pietà dei miei scleri, ma come si fa a non mettere questa cover al primo posto?! Sapete benissimo quanto io sia fissato con congruenza fra font, colori e illustrazione, e quindi potete ben immaginare quanto io sia felice di aver trovato la cover perfetta! No, davvero, è tutto irresistibile; e vi assicuro che il cartaceo è centomila volte più bello! Fatemi conoscere il grafico e pregate con me affinché questo romanzo venga tradotto anche qui da noi.




Cut of Abaton - The Wooden Prince di John Claude Bemis

Why?
Durante una delle mie peripezie su Goodreads a caccia di belle cover mi sono imbattuto in quella del primo romanzo della serie Out of Abaton di John Claude Bemis che mi ha conquistato da subito! Molto belli i colori che abbagliano con la loro brillantezza e l'illustrazione che richiama palesemente a Pinocchio creando un collegamento con la trama: ebbene sì, avete capito bene, questo è un retelling di Pinocchio! Bellissimo il font scelto per il titolo, ma quello per il sottotitolo non si può guardare: c'era sicuramente bisogno di qualcosa di semplice, ma questo font lo è troppo! 




The Song Rising di Samantha Shannon

Why?
Il nome dell'autrice non è affatto sconosciuto a molti di voi, perché è la talentuosa penna del famosissimo romanzo The Bone Season, tradotto in Italia da Salani in La Stagione della Falce. Purtroppo come si suol fare ultimamente qui da noi, la pubblicazione della trilogia è stata interrotta... Per i lettori coraggiosi che vogliono leggere la trilogia in inglese, o per gli amanti della lettura in lingua originale, queste saranno meravigliose righe. Perché? Be', semplice: la trilogia si è finalmente conclusa. E questa è la meravigliosa cover che andrà ad incorniciare il capitolo finale di una storia a metà fra fantasy e distopia che ha incantato i cuori dei lettori di tutto il mondo (compresi quelli italiani). Non sono uno che adora l'essenzialità nelle cover, ma per un distopico credo sia la scelta perfetta! Per fortuna, anche il grafico se n'è accorto e questo che vedete è il risultato. Adoro il font, i colori brillanti e l'illustrazione che accenna all'aspetto fantastico del romanzo, un po' meno lo sfondo e la sfumatura che prende nella parte alta della copertina.



Ed è così che si conclude l'appuntamento del sabato miei cari lettori. Spero che il post vi sia piaciuto e, come al solito, aspetto i vostri pareri nei commenti!



4 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

COMMENTA:

Grazie lettore per essere passato! Per lasciare una traccia di te, commenta e sarò lieto di risponderti!