RECENSIONE: SEEKER di Arwen Elys Dayton

Salve a tutti lettori,
buon sabato e buon pomeriggio! Il sole splende e i libri da leggere mi aspettano sul comodino, ma potevo non aggiornare il blog? Certo che no! I post da scrivere sono numerosi, ma ci tenevo a scrivere questa recensione perché ho terminato il romanzo da un bel po' e perché è un titolo che penso ha incuriosito la maggior parte di lettori YA, se non tutti! Sto parlando di Seeker di Arwen Elys Dayton che ho potuto leggere in anteprima avendo partecipato al BlogTour (QUI la mia tappa se siete curiosi): sarà stato in grado di conquistarmi? Be', lo scoprirete leggendo questa recensione che spero vi piaccia!


Titolo: Seeker
Editore: Sperling & Kupfer                                     
Collana: Pandora
Cartaceo: €18.90
Data di uscita: 3 maggio 2016
Pagine: 416
Trama: Benvenuti nel mondo di Seeker!
Essere Seeker è un onore, una missione, un destino, che la giovane Quin Kincaid, oltre ad averne diritto per nascita, ha saputo conquistare e meritarsi. 
È tutta la vita che si prepara a questo momento e finalmente è arrivato.
A mezzanotte, alla Pietra Sacra, Quin pronuncerà il giuramento, come molte generazioni della sua casata prima di lei.
Allora sarà una Seeker, condividerà con i suoi antenati i nobili doveri che questo comporta e potrà combattere al fianco dei suoi compagni, Shinobu e John - il ragazzo di cui è innamorata nonché suo migliore amico - per rendere il mondo un posto migliore.
Insieme, porteranno la luce nel cuore delle tenebre e le loro imprese entreranno nella leggenda.
Il futuro di Quin è già scritto. Ed è semplicemente glorioso.
Ma, subito dopo la cerimonia, cambia ogni cosa. Perché essere un Seeker non è quello che Quin credeva. E non lo è nemmeno la missione, la sua famiglia, i suoi amici, il ragazzo che ama...
È tutto una terribile menzogna. Ormai però è troppo tardi per tornare indietro.
Il primo, adrenalinico capitolo di una straordinaria serie, Seeker, contesa dagli editori di tutto il mondo e in corso di pubblicazione in 16 Paesi.


L'autrice: Arwen Elys Dayton ha condotto accurati studi per mesi prima di scrivere i suoi romanzi. 
Le ricerche l'hanno portata in giro per il mondo, dalle grandi piramidi d'Egitto a Hong Kong, passando per la Scozia e i suoi castelli. 
L'autrice vive con il marito e i tre figli sulla costa occidentale degli Stati Uniti.


La cover UK
Ci sono romanzi che appena si legge la trama o si vede la copertina ci lasciano di stucco per la loro bellezza. Questo è quello che mi è successo con Seeker che mi ha stregato sin da quando ho letto la trama in inglese... ed è stato anche questo che mi ha spinto a partecipare al BlogTour perché, insomma, chi è che non vorrebbe leggere un romanzo con una trama del genere?! Avevo aspettative altissime tanto che, prima di iniziare la lettura, era convinto che il romanzo sarebbe finito nella top 10 dei romanzi più belli dell'anno. Le prime pagine non mi hanno deluso perché ne traspariva un romanzo potente e ammaliante, il romanzo che da tempo stavo cercando! Purtroppo, però, con lo scorrere delle pagine la narrazione si fa sempre più lenta e a parer mio noiosa; è solo nella parte finale che il romanzo comincia a far appassionare il lettore in momenti di pura azione. Il primo problema di questa pubblicazione, non del romanzo badate bene, è che era stato presentato come un fantasy e sinceramente mi aspettavo una mitica avventura fra mondi fantastici, un viaggio alla scoperta di antichi segreti e tanto altro, tuttavia il fantasy è davvero marginale a parte per alcune cose. Infatti ci sono pochi elementi fantasy che si incrociano ad elementi sci-fi ma la parte fantastica termina qui. Purtroppo in questo modo si deludono i lettori, perché mi aspettavo un fantasy allo stato puro ed invece il fantasy in questo romanzo è relativamente importante. Prima di iniziare a parlare delle mie considerazioni voglio però fare qualche accenno alla trama.
Quin Kincaid ha sempre sognato di diventare un Seeker, una figura che avrebbe fatto del bene per salvare il mondo e, finalmente, dopo anni e anni di addestramento insieme ai suoi compagni di viaggio John, che ama, e Shinobu, che considera come un cugino, pronuncerà il giuramento che la renderà ufficialmente una Seeker. Tuttavia qualcosa va storto: Briac, il padre di Quin decide che John non è adatto al ruolo di Seeker e lo allontana dalla tenuta in cui i ragazzi vivono, mentre Shinobu e Quin, una volta pronunciato il giuramento scoprono che essere un Seeker è tutt'altro che essere un uomo o una donna d'onore in grado di portare la luce nelle tenebre. La vita di Quin e Shinobu, nonché  quella di John è tutta una menzogna. Perché ci sono segreti che hanno cambiato il corso delle cose e l'anima delle persone. Quin non vuole ricordare ciò che ha compiuto la notte del suo giuramento e John non riesce ad accettare il fatto di non poter essere un Seeker: e così i due finiscono per scontrarsi. Tuttavia in questo scontro Quin rimarrà ferita e inizierà una nuovo vita ad Honk Kong senza ricordare nulla della sua vita passata; tuttavia il passato tornerà a minacciarla e sarà costretta a prendere le redini in mano per cambiare il suo destino e scoprire quelle verità che sin da quando era bambina le sono state nascoste. Anche se queste verità potrebbero turbarla. Per sempre.

" Fissava le scintille che filavano veloci verso di lui, ipnotizzato dalla loro terribile bellezza. «Perenne», ecco l’aggettivo giusto per il disgregatore. Quando riuscivano a raggiungere il bersaglio, le scintille s’impossessavano della sua mente e non l’abbandonavano più."

La cover italiana del sequel
La trama di base quindi non è niente male e, devo ammetterlo, l'intero romanzo dal punto di vista della trama presenta numerose novità: mai un cliché a rovinare il tutto. Il problema è che, una volta iniziato il romanzo, si attende con ansia quel qualcosa di stupefacente e straordinario che deve accadere ma che puntualmente non avviene; durante la lettura era come se questo grande scontro epico, ma anche la rivelazione di verità sconcertanti venivano rimandati e da lettore ne rimanevo deluso perché se puntualmente qualcosa viene rimandato il romanzo comincia ad annoiare: questo è quello che è accaduto nel caso di Seeker. Sembra quasi che deve succedere chissà cosa ma alla fine non succede nulla! E questo mi ha deluso davvero, davvero tanto. Il romanzo che aspettavo corrisponde all'inizio, intrigante e misterioso, e alla fine, con una buona dose di azione e di suspense. La parte centrale poteva decisamente essere scritta meglio! Per fortuna che l'autrice è stata in grado di caratterizzare i personaggi divinamente e che il suo stile è in grado di spingere il lettore a continuare la narrazione: senza questi due elementi la mia valutazione sarebbe scesa di molto... ci terrei comunque ad analizzare anche questi due aspetti. I personaggi meritano davvero tanto perché nulla è lasciato al caso nella loro descrizione e la Dayton è in grado di illudere il lettore riguardo la personalità di alcuni personaggi (ve lo garantisco io che ci sono cascato nel tranello dell'autrice) che diventano tridimensionali; inoltre nel corso del romanzo i personaggi subiranno profondi cambiamenti e l'autrice li analizzerà tutti esplicando in alcuni punti anche il perché un determinato personaggio si comporta in un certo modo. Passando allo stile credo che la Dayton abbia sbagliato alcune cose con questo romanzo, perché il suo modo di scrivere è semplicemente meraviglioso! Credo che uno degli errori sia quello di aver scritto un romanzo troppo lungo per essere il primo di una serie e che nonostante il suo stile molto scorrevole, la parte centrale (ovvero la gran parte del romanzo) risulta troppo noiosa. Poteva risparmiarsi molte, ma molte pagine per ampliare la curiosità del lettore senza aspettare un romanzo intero per assistere ad un po' di azione. Inoltre alcuni punti risultano poco chiari perché non si capisce cosa succede ai protagonisti, dove si trovano e perché si trovano lì (e vi assicuro che è una cosa molto fastidiosa). Purtroppo Seeker non si è rivelato la lettura che cercavo e mi dispiace tanto, date le mie alte aspettative... ripeto il fantasy è qualcosa di troppo marginale in Seeker che era stato presentato come un romanzo fantasy e quindi sono rimasto particolarmente deluso da esso e dalla gran parte del romanzo. Molte cose ci sono ancora da svelare e spero che il sequel, che uscirà il mese prossimo, sarà migliore del primo della serie, altrimenti potrei pensare di abbandonare la lettura della saga.


Una nuova saga ha inizio: prevedevo un inizio migliore, ma non è stato così! Seeker sorprende per la sua trama originale, ma delude per i contenuti.

6 commenti:

  1. Ciao!! io avevo notato questo libro fin da subito e volevo acquistare, dalla tua recensione non sembra però rispettare le aspettative! Devo pensarci bene!
    Intanto se ti fa piacere ti ho taggato nel Liebster Award 2016! passa a vedere http://ilsuonodeilibri.blogspot.it/2016/05/liebster-award-2016.html :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, pensaci bene! Se ti aspetti un fantasy avvincente non te lo consiglio!

      Elimina
  2. Ciao, so che il tuo blog è già stato nominato nel Liebster Award 2016, però sono arrivata tardi alla mia nomina e non ho potuto evitare di nominare chi era già stato nominato xD Ovviamente non serve che tu faccia di nuovo il post, ma se vuoi dare un'occhiata al mio mi farebbe piacere! Lo trovi qui http://theinkspell.blogspot.it/2016/05/liebster-award-2016-discover-new-blogs.html

    RispondiElimina
  3. Bellissima recensione, personalmente inizialmente non mi ha colpito molto la trama, ma ho seguito il blogtour ed devo ammettere che il libro mi ha incuriosito molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo leggerai fammi sapere cosa ne pensi... spero ti piaccia più di quanto sia piaciuto a me...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

COMMENTA:

Grazie lettore per essere passato! Per lasciare una traccia di te, commenta e sarò lieto di risponderti!